Chi è Antonio D’Acunto, nuovo commissario di Scafati

552
chi è antonio d'acunto

Chi è Antonio D’Acunto nuovo commissario prefettizio di Scafati? Dopo le dimissioni in blocco di 13 consiglieri con impossibilità di surroga, il sindaco, la Giunta e il consiglio comunale della città dell’agro sono decaduti. Il Prefetto di Salerno ha immediatamente nominato chi guiderà l’ente fino alle elezioni che si dovrebbero tenere a maggio. Antonio D’Acunto ha svolto lo stesso incarico nei comuni di Crotone, Latina, Lamezia e Ancona, tutti capoluoghi di provincia. Docente in passato alla Scuola Nazionale Amministrazione di Roma, si è distinto nell’impegno per la lotta alla droga e alla criminalità organizzata. Laureato in Giurisprudenza ha la passione per la scrittura. E’, infatti, autore del romanzo La Donna di Portonovo. Dovunque è andato, l’impegno di Antonio D’Acunto è stato apprezzato anche dalla popolazione, per la capacità che ha mostrato di essere attento alle esigenze della città che guidava di volta in volta. Ad Ancona ha lasciato la città con il record del 30% dei reati in meno. Antonio D’Acunto è commissario anche di Torre Annunziata, ma la sua nomina a Scafati non è incompatibile in quanto si svolgono solo atti di ordinaria amministrazione.

Chi è Antonio D’Acunto

Nato a Perugia il 25 giugno del 1965, Antonio D’Acunto è sposato e ha un figlio di 20 anni. “La capacità di agire, critica alla nozione di un concetto” è stato il titolo della sua tesi di laurea all’Università degli studi della cittadina umbra. Un super avvocato che ha avuto anche il ruolo di Consigliere Provinciale a Perugia, ma che dopo 15 anni di attività, anche politica, ha deciso di dedicarsi interamente alla sua professione. Da giovane, è stato anche Sottufficiale guidando la scuola militare di medicina legale.

Il super avvocato per guidare Scafati

Antonio D’Acunto rappresenta quindi la scelta più opportuna che il Prefetto potesse effettuare per portare Scafati al voto. La rigidità con la quale Cristoforo Salvati ha guidato la città, fermando sul nascere chiunque voleva anteporre interessi personali, trova un seguito in un commissario prefettizio che traghetterà Scafati al voto. Saranno mesi difficili, soprattutto per la campagna elettorale che si preannuncia senza esclusione di colpi in una città che ha visto decadere un sindaco che tutto ciò che aveva preannunciato in campagna elettorale lo ha realizzato o lo stava per realizzare. Una scelta, quella dei 12 consiglieri d’opposizione con l’aggiunta di Espedito Fontana che ha bloccato le attività di una Scafati che stava rinascendo. A qualcuno, ha anche fatto comodo realizzare prima degli eventi natalizi e poi mettere i bastoni tra le ruote a Cristoforo Salvati.

Questo il comunicato con il quale è stato annunciato il nuovo commissario:

Con nota prot. n. 7728 del 17.01.2023, acquisita al protocollo del Comune di Scafati in pari data con prot. n. 3798, la Prefettura di
Salerno ha trasmesso il decreto di sospensione del Consiglio comunale di Scafati con la contestuale nomina del dott. Antonio D’Acunto, Prefetto a.r., nato a Salerno il 20 marzo 1954, quale Commissario Prefettizio per la provvisoria amministrazione dell’Ente.