Sarno esonda, salvate 3 famiglie a Castellammare

154

Sarno esonda, salvate tre famiglie a Castellammare di Stabia. Giornata di disagi a causa del maltempo in tutta la Campania. Il fiume Sarno è esondato ancora una volta a Castellammare di Stabia. Il tratto finale, dopo l’intera giornata di pioggia, ha invaso la strada circostante. Da anni la situazione con le piogge diventa drammatica quando il Sarno esonda e via Ripuaria chiude continuamente al traffico. Oggi, con l’allerta meteo arancione, non si circolava nella zona al confine tra Castellammare di Stabia e Torre Annunziata. Nella città stabiese è stato necessario un intervento di soccorso da parte delle squadre dei volontari della Protezione Civile della Campania.

Famiglie bloccate in casa

Le acque del fiume hanno allagato alcune case in via Napoli e tre famiglie sono rimaste bloccate nelle loro case. I volontari della Protezione civile, intervenendo, hanno messo in salvo le persone rimaste chiude nelle loro abitazioni a causa dell’acqua alta dovuta all’esondazione del Sarno. Tra loro anche alcuni bambini portati via in braccio per evitare che restassero nelle abitazioni. Momenti di panico, ma fortunatamente nessuno ha avuto conseguenze fisiche. Il tratto di Sarno esonda pochi metri prima della foce di Rovigliano ed è tra i più inquinati d’Europa. Nonostante i tanti lavori effettuati negli anni non si riesce mai a trovare una soluzione.

Via Provinciale Ripuaria sempre inagibile

Via Provinciale Ripuaria è rimasta invasa dall’acqua fin dalle prime ore del mattino. La strada era talmente invasa dall’acqua che appariva un tutt’uno con il fiume. Gli argini erano totalmente ricoperti. Anche un tir è rimasto bloccato nel tratto di strada che collega Pompei con l’incrocio al confine fra Torre Annunziata e Castellammare. L’esondazione è stata di gradi proporzioni, al punto che l’acqua alta è arrivata anche nella vicina via Napoli. E’ lì che le tre famiglie, bloccate nelle loro abitazioni, hanno dovuto chiedere l’intervento della Protezione Civile. Una giornata da dimenticare anche per i bambini coinvolti.