Elena Scarlato: “Aiutare aziende e famiglie”

19
elena scarlato fratelli d'italia elezioni

Elena Scarlato, candidata al collegio uninominale Campania U05, che fa capo al comune di Giugliano in Campania, chiude la sua campagna elettorale. Per l’esponente della società civile, aspirante senatrice, sono state settimane intense. Elena Scarlato ha girato quasi tutti i comuni che appartengono al suo collegio. Momenti importanti della campagna elettorale sono stati gli appuntamenti sul territorio. Stringere le mani per garantire un impegno per lo sviluppo, per battere i pugni sul tavolo per una terra abbandonata.
Elena Scarlato ha portato in giro il programma di Giorgia Meloni, facendo un bilancio su queste settimane di campagna elettorale. La candidata al Senato ne ha parlato nell’incontro di Fratelli d’Italia a Bacoli organizzato da Nello Savoia nella struttura Edelweiss, gremita per l’occasione.


L’imprenditrice ha raccontato: “Questa campagna elettorale è stata una lunga avventura, difficile. Ho avuto incontri in tante città del collegio uninominale. I miei 30 comuni, come amo definirli dal primo giorno in cui sono scesa in campo. Volevo conoscere tutte le città di questo collegio, perché non basta essere conosciuta dal punto di vista imprenditoriale. Volevo farmi conoscere come persona per capire come poter essere la garanzia per tutti gli abitanti delle città che ho incontrato” ha raccontato Elena Scarlato.
L’aspirante senatrice ha spiegato: “Oggi Fratelli d’Italia è rappresentato da una leader coerente. Perché non ha mai avuto paura di dire ciò che pensa. Io sono come Giorgia Meloni. Non ho peli sulla lingua, non sono una persona grigia dal punto di vista della politica e della vita. Per me la chiarezza e il coraggio sono qualità fondamentali per intraprendere una strada e raggiungere un obiettivo, bianco o nero”.
“Il coraggio è erroneamente considerato una cosa astratta – prosegue Elena Scarlato -. È invece qualcosa di concreto perché è il coraggio quello che ti fa mettere la faccia in ogni cosa che fai e che pensi. Questa campagna elettorale negli ultimi giorni ha raggiunto parole complesse, un clima di odio verso Fratelli d’Italia e in particolare verso la nostra leader. Ma quando s’innesca l’odio si può perdere la libertà. La libertà di scelta, la libertà di dire sempre ciò che si vuole, anche quando le idee possono essere diverse. L’odio non è altro che regressione verso la vita”.


Un programma, quello di Giorgia Meloni, che Elena Scarlato ha sposato in pieno: “Sanità, giustizia, sicurezza e aborto sono temi importanti del programma di Fratelli d’Italia. Io parto invece dalla famiglia. Il partito si è soffermato e focalizzato più di tutto sull’aiuto verso la famiglia, con i 300 euro per ogni figlio a carico. Con un aumento per le pensioni dei disabili, oltre ai 270 euro attualmente previsti. Questo programma tutela anche l’imprenditore col taglio del cuneo fiscale, con la misura del ‘più assumi e meno paghi’. Quindi le garanzie e le tutele riguardano l’impresa e i lavoratori. Mai nessun leader e nessun partito si erano spinti oltre”.


Dalla società civile alla candidatura al Senato, Elena Scarlato spiega il suo coinvolgimento in politica. “Ho accettato questa candidatura dopo aver letto e studiato con grande attenzione il programma di Fratelli d’Italia. Un programma realistico, assolutamente non utopistico. La destra in questo momento ha la possibilità concreta di arrivare al Governo. Noi potremo essere la vostra voce, quelli che ascoltando i vostri rappresentanti locali potremo portare le vostre problematiche in Parlamento. Finora c’è sempre stato uno scollegamento tra Roma e il territorio. E stavolta che ci sono candidati locali, ci sarà possibilità di portare a risoluzione i problemi. Proprio per questo facciamo in modo che questo progetto si possa avverare”.