Carburanti. Esteso fino al 21 agosto il taglio delle accise

224

Il Governo ha deciso di prorogare il taglio delle accise fino al 21 agosto. Con la crisi del Governo in atto c’erano dubbi se sarebbe stato possibile arrivare ancora a prorogare nuovamente questa misura pensata per cercare di contenere il prezzo di un pieno di carburante. Nelle ultime ore era filtrata la notizia che si volesse comunque procedere con la proroga, nonostante le difficoltà del Governo Draghi.

Dunque, attraverso un decreto interministeriale del Tesoro e del Ministero della transizione ecologica, è arrivata la proroga al 21 agosto. Come sappiamo, l’ultimo intervento aveva spostato la scadenza del taglio delle accise al 2 agosto. In precedenza si era anche parlato di un intervento più ampio, con una proroga che potesse arrivare ad un paio di mesi. Evidentemente si è scelto di non procedere in questa direzione. Bisogna anche ricordare che il costo mensile del taglio delle accise è di circa 1 miliardo di euro.

Per buona parte del mese di agosto, si potrà continuare a disporre di questa misura senza la quale un pieno di benzina e diesel raggiungerebbe costi difficilmente sostenibili da parte di famiglie ed aziende. Ricordiamo che su benzina e diesel il taglio delle accise è di 25 centesimi al litro più IVA. Per il GPL, invece, la riduzione è di 8,5 centesimi di euro più IVA.