Maxi sequestro di hashish in un terreno a Pompei

404

Ben 23 chili di hashish sono stati sequestrati dalla polizia di Pompei. Gli agenti, agli ordini del vicequestore Antonella Palumbo, hanno bloccato così la vendita di droga che sul mercato avrebbe fruttato oltre 250mila euro. L’hashish è stato rinvenuto in un terreno abbandonato, nascosto dalle sterpaglie e dalle foglie che lo mimetizzavano quasi. Fondamentale è stato l’utilizzo dei cani antidroga. Lo stupefacente era probabilmente destinato al mercato del vesuviano e delle cittadine limitrofe dell’Agro. L’ingente quantità lascia presagire che alle spalle ci sia una vera e propria organizzazione. Quello messo a segno dagli agenti resta un duro colpo per i pusher già pronti a rivendere la droga sul mercato.