Il vaccino AstraZeneca per gli over 65: il via libera

316
Vaccini in Campania, adesioni dirette per pazienti fragili

Il vaccino AstraZeneca per gli over 65. Via libera al vaccino anti-Covid AstraZeneca anche per le persone over 65. Lo conferma la circolare del ministero della Salute firmata dal Direttore generale della prevenzione, Gianni Rezza. Il vaccino AstraZeneca per gli over 65 potrà quindi essere somministrato da subito.

La circolare ministeriale

Riguarderà tutti i soggetti sopra i 18 anni, a eccezione dei pazienti identificati “come estremamente vulnerabili in ragione di condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici o per patologia concomitante che aumenti considerevolmente il rischio di sviluppare forme fatali di COVID-19”. La decisione fa seguito a un parere favorevole del Consiglio Superiore di Sanità. “Ulteriori evidenze scientifiche resesi disponibili – si legge nella circolare ministeriale – non solo confermano il profilo di sicurezza favorevole relativo al vaccino in oggetto, ma indicano che, anche nei soggetti di età superiore ai 65 anni, la somministrazione del vaccino di AstraZeneca è in grado d’indurre significativa protezione sia dallo sviluppo di patologia indotta da SARS-CoV-2, sia dalle forme gravi o addirittura fatali di COVID-19”.

“Sulle basi di tali considerazioni – prosegue la circolare – anche in una prospettiva di sanità pubblica connotata da limitata disponibilità di dosi vaccinali e alla luce della necessità di conferire protezione a fasce di soggetti più esposti al rischio di sviluppare patologia grave o addirittura forme fatali di COVID-19, il gruppo di lavoro su SARS-CoV-2 del Consiglio Superiore di Sanità ha espresso parere favorevole a che il vaccino AstraZeneca possa essere somministrato anche ai soggetti di età superiore ai 65 anni”.

Vaccino AstraZeneca per gli over 65: l’ottimismo di Speranza

Il vaccino AstraZeneca in Italia sarà somministrato a soggetti di ogni età. “Ci sono nuove evidenze scientifiche. Il vaccino AstraZeneca può essere usato sostanzialmente su tutte le fasce generazionali”, dice il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Mezz’ora in più. 

Inizialmente, il vaccino era indicato per un utilizzo limitato alla fascia d’età tra i 18 e i 65 anni. “Il vaccino è utilizzabile” anche “per le altre generazioni, da pochissime ore abbiamo ricevuto un parere del Css, nei primissimi giorni della settimana, domani o massimo dopodomani, ci sarà una circolare del ministero della Salute che andrà in questa direzione. Non c’è dubbio, questo ci aiuta: un pieno utilizzo ci consentirà di procedere in maniera specifica e soprattutto di prenderci cura delle persone più fragili”. “Avevamo un vaccino utilizzabile solo sotto i 65 anni, abbiamo dovuto darlo solo ad alcune categorie. Siamo partiti dal personale delle scuole, dalle forze dell’ordine e da alcuni servizi pubblici fondamentali. Senza la limitazione legata all’età, riprenderemo a ‘coprire’ le generazioni che rischiano di pagare un prezzo più alto se incontrano il virus”.