Sergio Ciano è morto a soli 24 anni, dolore a Boscoreale

27025
Sergio Ciano è morto a soli 24 anni, dolore a Boscoreale

Sergio Ciano è morto a soli 24 anni, dolore a Boscoreale. Dicono che il sassofono rispecchi l’animo umano. E che sia un’estensione della stessa. Se così fosse, quelli che hanno potuto ascoltare la musica di Sergio avranno visto la bellezza del suo animo. Un ragazzo dolce, di quelli sempre pronti alla battuta. Eppure la vita non sempre era stata generosa con lui. Gli bastava, però, poco per far sorridere le persone. Entravi al Sara Caffè e Sergio aveva un sorriso e una battuta per tutti. Educato e gentile. 

IL VIDEO DI SERGIO CHE SUONA IL SAX

Un ragazzo lavoratore e pieno di sogni, che dopo il diploma all’alberghiero non era rimasto con le mani in mano. 

Aveva una grande passione per il sax. Ne aveva comprato uno l’anno scorso. “Me l’ha regalato papà diceva con orgoglio, mostrando la valigetta nera che lo conteneva”. Un regalo atteso una vita, comprato a poche centinaia di metri da casa sua. In quel negozio dove consegnava la colazione. E la sera quel sax dava luce alla sua anima. Suonava ritmi profondi, musiche che parlavano di Sergio. Un ragazzo mai superficiale, che al Sara Caffè di Boscoreale aveva trovato una seconda famiglia con Peppe e Annarita. 

Era conosciuto perché aveva lavorato anche in supermercati di via Della Rocca, Miccio e Negozio Italia.

Oggi la notizia che ha sconvolto Boscoreale. Sergio Ciano è morto a soli 24 anni. In silenzio, a modo suo. Perché era tanto espansivo con gli altri, quanto riservato con se stesso e il dolore che portava dentro lo mascherava con sorrisi e battute. Una faccia da bravo ragazzo che stonava con l’orecchino da artista che portava sempre. 

Da qualche mese lavorava a Mestre, come collaboratore tecnico in un istituto scolastico. Non è andato a lavoro e dalla scuola si sono preoccupati. Quando i carabinieri hanno bussato alla porta non hanno avuto risposta. Hanno chiesto ai vigili del fuoco di intervenire. Credevano che fosse tornato improvvisamente a Napoli. Invece, il viaggio di Sergio Ciano è stato ben più lungo. L’hanno trovato addormentato nel suo letto. Forse un malore. I genitori lontani, a Boscoreale, hanno ricevuto la triste notizia. Anche il fratello, trasferitosi al Nord, ha appreso della tragedia. E un’intera comunità stasera piange Sergio, figlio di una città che l’ha amato per i suoi sorrisi.